Cellulare e Bambini

I cellulari, i tablet e gli smartphone rappresentano un fascino e allo stesso tempo un grande mistero per i nostri figli che si sforzano continuamente di capire il mondo che li circonda.

Se per voi genitori il telefonino rappresenta uno sfogo, un modo per liberarsi dalla tensione e dai pensieri che generano ansia, per i bambini il discorso è diverso; le informazioni e i fatti appresi dal telefono costituiscono un’insolita novità, e questo fa sì che il cellulare diventi per loro un’affascinante finestra aperta sulle meraviglie di un mondo ancora in gran parte sconosciuto e misterioso.

Lo smartphone, si sa, ipnotizza anche noi adulti, figuriamoci, dunque i bambini e i ragazzi. Poichè un’esposizione prolungata non può essere priva di effetti, voi genitori non dovete sentirvi a disagio nel limitare i tempi di utilizzo del cellulare per i vostri figli .

I vostri figli non conoscono limiti e non sanno quando «il troppo è troppo». Per quanto riguarda l’utilizzo del cellulare, dunque, dovete essere voi ad aiutarli a rispettare certi orari e certi limiti.

Cari genitori, oltre al tempo di utilizzo, dovete sentire fortemente la responsabilità anche del contenuto di certi video che il bambino guarda regolarmente.

Ci sono tantissime attività entusiasmanti che possono sostituire il cellulare e che possono coinvolgere bambini e genitori contemporaneamente: leggere un libro assieme, fare le costruzioni con i lego, progettare e realizzare dei piccoli lavoretti con il legno, con la carta o con altri materiali. I bambini adorano incollare, dipingere e pasticciare con il pongo o la pasta di sale..

Personalmente sconsiglio fortemente l’utilizzo dello smartphone a bambini nei primi due anni di vita: il loro cervello si trova in una fase delicata dello sviluppo in cui la voce, il tocco ed infine il gioco di un genitore li aiutano per la formazione neurale necessaria per imparare a legare emotivamente con altre persone; se invece ai bambini fate trascorrere troppo tempo ad interagire con un display, i loro percorsi neurali cambiano e ne vengono creati altri diversi, Influendo negativamente sulla concentrazione, l’autostima, ed in molti casi, sulla capacità di intessere relazioni profondamente personali.

Smartphone e tablet consentono ai bambini di ottenere tutto ciò che desiderano sfiorando il display. Non insegna loro la moderazione, il controllo degli impulsi o come sfidare se stessi, caratteristiche di una personalità che sta creando una dipendenza, che, conseguentemente fa scaturire dei violenti scatti d’ira nel momento in cui viene tolto l’oggetto da cui sono ossessionati.

Molti genitori mi raccontano di dare il cellulare ai propri figli per farli calmare, ma pensate per un attimo che se questi dispositivi diventeranno il metodo predominante per rilassare e distrarre i bambini piccoli, saranno in grado di sviluppare i propri meccanismi interni di autoregolazione?

Vi pongo un’altra questione che riguarda i bimbi dai 7 anni in su che chattano sui vari social. Online non si può ascoltare il tono della voce, osservare il linguaggio del corpo, l’espressione facciale.

I bambini trascorrono così tanto tempo a comunicare attraverso la tecnologia che rischiano di non sviluppare le abilità di comunicazione di base che gli umani hanno usato da sempre. La comunicazione non riguarda solo le parole!

Abusando dei dispositivi, i bambini difficilmente riescono a sviluppare l’empatia e spesso si sentono molto più a loro agio nell’essere cattivi in linea, favorendo l’uso di parolacce ed offese gratuite.

Esiste anche una grande varietà di videogiochi violenti che potrebbero desensibilizzare i bambini alla violenza.

Infatti, questo mainstreaming dell’aggressività, li spinge a pensare che un comportamento violento sia semplicemente un modo normale per affrontare e risolvere i problemi.

Per tuo figlio, il miglior gioco, il più bel passatempo, la più valida fonte di apprendimento, la maggior capacità di reazione sia emotiva che fisica, il modo più valido per sfogarsi, ridere, piangere, divertirsi, emozionarsi… sei tu mamma, sei tu papà. Non permettere che un cellulare prenda il tuo posto. Tu sei la miglior proposta di crescita ed il più equilibrato sviluppo per tuo figlio. Sei preziosa ed insostituibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.